Regola 50 30 20 esempio

Spread the love

Tutti noi vorremmo trovare un modo rapido e non troppo complicato per gestire al meglio le nostre entrate mensili e magari trarne una fonte di risparmio. La regola del 50/30/20 potrebbe essere un’ottima soluzione.

Sicuramente tu come tutti, hai provato a scaricare qualche app per gestire i tuoi risparmi sperando di riuscire a tenere il più possibile sotto controllo le tue spese. 

La gestione di entrate e risparmi di per sé non dovrebbe richiedere troppo tempo e non dovrebbe in alcun modo interferire con le nostre attività quotidiane. Non a caso i metodi che hanno più successo sono i più semplici.  

La regola del 50/20/30, è un metodo semplice e intuitivo per gestire le proprie spese mensili, e ti permette di sapere esattamente  quanto mettere da parte e  quanto destinare ai costi personali.  Grazie a una panoramica completa del tuo budget, potrai evitare sprechi e mettere da parte quello di cui hai bisogno.

Come risparmiare i soldi con la regola del 50/20/30: vediamo un esempio

Questa regola come abbiamo già precedentemente è metodo di risparmio che può aiutarti a gestire le tue finanze in modo semplice e sostenibile.

Il principio fondamentale, si tratta di dividere le entrate mensili in tre categorie:

  • 50% per le necessità;
  • 30% per lo svago;
  • 20% per obiettivi di risparmio o per pagare eventuali spese impreviste. 

Quindi, per fare un esempio pratico sul risparmio economico basato sulla regola del 50/20/30, possiamo supporre che avendo un’entrata mensile di 2000€, la suddivisione dovrebbe esser così:

  • 1000€ Per le spese indispensabili;
  • 600€ Per lo svago;
  • 400€ Per accumulare soldi destinati ad un fondo risparmio.

Una volta che hai iniziato a tenere sotto controllo le tue spese dividendole in queste tre macro categorie, sarai in grado di evitare non solo gli sprechi ma anche delle spese fuori programma. Insomma la regola del 50/20/30 ti consente di raggiungere in modo semplice e veloce eventuali   obiettivi finanziari

Questa regola semplifica le normali abitudini di risparmio in tre categorie:  necessità, desideri  e risparmio. Ecco come dividere il budget:

  • Spendere il 50% del tuo denaro per le necessità personali: si tratta delle spese di cui non si può fare a meno. Il 50% del tuo reddito dovrebbe essere usato per coprire questi costi. Ad esempio l’affitto, la bollette, cibo eccetera;
  • Spendere il 30% per i tuoi svaghi: una volta che sei riuscito a mettere da parte il 50% per i tuoi svaghi potrai investire il 30% per il tuo tempo libero. Si tratta di spese non essenziali e che quindi sei libero di decidere come meglio credere di spendere questi soldi. Ad esempio potresti utilizzarli per delle cene fuori, per le attività sportive come ad esempio la palestra oppure in abbigliamento;
  • Spendere il 20% per dei progetti futuri: quando sei riuscito a mettere da parte il primo 80%, puoi destinare il restante 20% per dei progetti far fronte a delle spese improvvise. Mettere da parte ogni mese il 20% delle tue entrate, può aiutarti a creare un fondo di emergenza.

Per rendere la tua pianificazione più semplice, ecco un modello d’esempio creato con Excel.

Ecco quindi, come calcolare la regola 50 30 20 che ti permetterà di risparmiare un po’ di soldi mensili.

Come risparmiare soldi la regola del 20 30 50: le nostre conclusioni

Ora che hai compreso come risparmiare soldi con la regola del 20 30 50, devi imparare questa nuova abitudine.

Ti consigliamo di tenere traccia giornalmente delle tue spese, cercando di catalogarle nel modo più scrupoloso possibile come ti abbiamo suggerito in precedenza.

Seppur possa sembrarti un metodo impegnativo, allo stesso tempo, ti renderai conto di quanto sia importante nel lungo periodo. 

Lascia un commento